Gel monofasico: come si usa?

0
8424

Sfoggiare una bella ricostruzione unghie in gel che risulti davvero naturale e non artefatta è un risultato a cui arrivano le vere nail artist, o anche le appassionate che dispongono di una buona dose di tecnica. Oggi infatti è definitivamente terminata l’epoca delle unghie ricostruite in gel che sembravano venir fuori direttamente dalle pagine di un fumetto o che ricordavano le mani delle streghe delle fiabe. Chi già utilizza bene il gel sa di cosa stiamo parlando. Ma chi non ha dimestichezza con questo prodotto? Nessun problema, qui vi spiegheremo cos’è un gel per unghie, la differenza tra gel trifasico e monofasico e, soprattutto, come utilizzare quest’ultimo.

gel monofasico

Cos’è un gel per unghie

Un gel per unghie non è altro che uno smalto molto più duraturo di una vernice “normale”, perché composto da particolari sostanze che si fissano sull’unghia grazie al calore ed alla luce di raggi u.v. (ecco perché viene anche detto gel fotoindurente). Può essere applicato sia su unghie naturali che con ricostruzione, e se si decide di non ricorrere all’estetista o all’onicotecnica, necessita sempre di attrezzatura specifica.

Differenze tra gel trifasico e monofasico

Quando si applica il gel alle unghie si dovrà scegliere se optare per il metodo trifasico o monofasico. Il primo metodo richiede tre prodotti: una base, un costruttore vero e proprio ed un top coat sigillante. Il gel monofasico fa invece tutto da solo, comportando un notevole risparmio di tempo nella manicure ma risultati ugualmente belli e soddisfacenti. Questo perché è un prodotto che si adatta ad ogni tipo di lavorazione ed è perfetto per ottenere effetti molto naturali.

Come si usa il gel monofasico

Per una ricostruzione con gel monofasico su unghia naturale (senza quindi allungamento) avrete bisogno di questi prodotti e strumenti:

Per cominciare occupatevi della pulizia dell’unghia, prima eliminando con un solvente senza acetone lo smalto residuo e poi spingendo le cuticole delicatamente (è sempre preferibile non tagliarle o eliminarle, per non doverlo poi fare sempre, in seguito) con il bastoncino in legno d’arancio.

Passate una prima volta il cleaner con un batuffolo di ovatta per sgrassare e far aderire meglio il gel. Fatto ciò prendete la lima buffer e lavorate bene (ma molto delicatamente) su tutta la superficie ungueale. Sgrassate ancora con il cleaner. A questo punto date una passata di primer ed inserite una mano per volta nel “fornetto” u.v. (2 minuti circa per mano). Le mani sono pronte per il gel: prendetene un po’ e cominciate a stenderlo su ogni unghia, ricordando di passare, ogni volta, la mano nel catalizzatore (il nostro fornetto). Ripetete ora gli stessi passaggi effettuati all’inizio (cleaner, lima, pulizia) epassate finalmente a dare il colore: 1 o 2 passate, come preferite. Ancora fornetto. Per terminare e dare lucentezza, ripassate il gel monofasico. Una volta terminata l’operazione (all’inizio ci vorrà un po’ di tempo ma poi diventerete più veloci) le vostre unghie saranno naturali e deliziose, per una manicure davvero chic e sofisticata.

Come avete visto, dunque, il gel monofasico evita l’utilizzo di altri due prodotti con lo stesso risultato. Niente male, vero?

Commenti

Commenti

LASCIA UN COMMENTO